Sushi experience @ Iyo – Milano


Parlare di etnico è un po’ come parlare del nulla: si tende ad identificare tutta una cucina nazionale con i piatti più conosciuti all’estero, dimenticando l’importanza delle specialità regionali, che sono influenzate, oltre che dalla tradizione, dalla reperibilità delle materie prime.

Il sushi rappresenta per il Giappone quello che gli spaghetti al pomodoro sono per l’Italia: un piatto di identità nazionale. Le origini si perdono nella notte dei tempi, e si possono far risalire alla Cina del VII secolo (d.C.), quando il pesce veniva lasciato fermentare con il riso a fini di conservazione. L’introduzione in terra nipponica è probabilmente dovuta a monaci buddisti. Tuttavia la paternità del sushi come oggi lo conosciamo è attribuibile al cuoco Hanaya Yohei ed è databile verso la metà del XIX secolo. Si trattava in pratica di una forma di street food, in quanto il cibo poteva essere mangiato con le mani, e aveva tempi di preparazione molto brevi, poiché privo di fermentazione.

Arrivando ai giorni nostri, la moda del pesce crudo jappo-style si è diffusa in terra italica a cavallo del 2000, andando a soppiantare gli allora numerosi ristoranti dalle lanterne rosse, che molto spesso hanno millantato un cambio di nazionalità approfittando della similitudine dei tratti somatici.

Se mai decidessimo di cedere alla vertigine delle classifiche, e il topic della classifica fosse -ad esempio- "Sushi a Milano", non sarebbe affatto sorprendente incappare nel nome di Iyo. Continue reading “Sushi experience @ Iyo – Milano”