Occhio al disco @ Made In Italy – Cassano Magnago (VA)


La polemica gastronomica del mese di marzo 2018 è stata indubbiamente incentrata sulla pizza di Carlo Cracco, fomentata da orde di commentatori col superpotere di poter estrapolare i sapori da una (brutta) fotografia. Non spenderò ulteriori parole sulla querelle, se non per sottolineare il fatto che mi ha fatto venire voglia di pizza.

La scelta in questo caso è ricaduta su questo locale varesotto di apertura relativamente recente: i consigli ricevuti da avventori abituali e i contenuti del sito internet hanno posto l’asticella delle aspettative abbastanza in alto. Vista la sbandierata attenzione per gli ingredienti e l’attenzione in tutte le frasi di preparazione potrei quasi far rientrare questo locale nella inflazionata categoria delle "pizzerie gourmet" (qualsiasi cosa questa etichetta possa significare): è infatti tipico per buona percentuale delle nuove aperture porre un forte accento sulla qualità, caratteristica ben lungi dall’essere disprezzata.

Le prenotazioni vengono gestite su tre turni a partire dalle 19:30. Dopo essersi fatti largo fra la folla assiepata all’ingresso (è presente anche il servizio da asporto) ci si accomoda su tavoli scarsamente distanziati. Sconsiglio di indossare soprabiti lunghi e cappelli, data la totale assenza di attaccapanni, che finiranno inevitabilmente a strisciare sul pavimento in balia dei camerieri che fanno lo slalom nei risicati spazi residui.

Nonostante i tempi di attesa non eccessivi il servizio appare un po’ in difficoltà: il nostro ordine è stato infatti recapitato a due altri tavoli prima di giungere alla destinazione finale. Il bere è incentrato su una discreta selezione di birre artigianali mentre i dolci attingono a piene mani dalla tradizione partenopea.

Ma veniamo alla pizza: lo stile è quello napoletano classico con cornicione morbido e di generose dimensioni (quasi al limite della moda casertana) e centro sottile. Un plauso alla qualità dei condimenti -pomodoro in primis- ma l’impasto decisamente non convince. Farina, lievitazione e cottura portano ad un disco dal bordo eccessivamente gommoso e dal centro bagnato, che rende praticamente impossibile la gestione a spicchi. Sono un grande estimatore del cornicione della pizza, e questo è stato uno dei rari casi in cui ho dovuto alzare bandiera bianca.

Le premesse di base sono buone, oltretutto con prezzi che non sfondano mai la soglia dei 10€, ma una migliore gestione dell’impasto potrebbe portare a risultati decisamente più apprezzabili.

Foto

Prezzi (Marzo 2018)

Pizze: 5€ – 10€

Indice di gradimento

Made in Italy

Via Guglielmo Marconi, 47
21012 Cassano Magnago (VA)

Tel. 0331 12.20.048

www.lapizzeriamadeinitaly.iit

Chiuso lunedì tutto il giorno e sabato e domenica a pranzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...