Di riso e ricordi @ Macallé – Momo (NO)


Fu proprio qui che ebbi la mia prima epifania gastronomica. Correvano gli anni 80 e la mia età non era ancora in doppia cifra quando il riso "Macallè" provoco tali fremiti goduriosi che Massimo Bottura levati. Naturale poi che l’esperienza, rimasta sostanzialmente unica, venga poi negli anni elevata a livello quintessenziale e diventi un po’ l’irraggiungibile metro di riferimento per qualsiasi confronto culinario futuro: un po’ come la prima dose per il tossicomane. Tutt’oggi sono in cerca di quella sensazione ad ogni assaggio.

Sono dovuti passare 30 anni prima che mi decidessi a riassaggiare quel piatto. D’altronde il rischio che poi non si rivelasse all’altezza, come già successo in altre occasioni, era decisamente elevato per una serie di fattori quasi ovvii: inesperienza dei tempi, possibile decrescita della qualità, idealizzazione del ricordo e così via.

Diciamo che il trovarmi a Momo una uggiosa domenica all’ora di pranzo ha reso la cosa praticamente inevitabile… andiamo quindi a sacrificare l’ideale sull’altare della cruda realtà. Il ristorante Macallè ha all’attivo più di 50 anni di attività, sotto la costante guida della famiglia Zuin e il riso omonimo ne è sempre stato il piatto bandiera: si tratta di un risotto dalla mantecatura delicata (a base di crema di latte, se non erro) completato al tavolo con l’aggiunta di una riduzione di sugo di arrosto tartufato.

Vi tolgo subito il dubbio: la goduria non si è ripresentata come nei ricordi. Nei primi anni di età il mio ingenuo palato è stato probabilmente scosso dai sentori del prezioso tubero, ma oltre la soglia dei quaranta (e con un po’ più di esperienza alle spalle) ho potuto comunque apprezzare l’eccellente cottura e la qualità del riso, per un risultato finale che vale ancora il viaggio.

Il resto del menù indulge su classici piemontesi ben eseguiti, in un piacevole contesto âgée (come d’altronde la clientela media) e servizio familiare d’altri tempi, nell’accezione positiva del termine. Nonostante la perdita del sogno d’infanzia è sempre consolante sapere che, nella continua evoluzione del mondo del food, soste tradizionali come questo ristorante Novarese resistano imperterrite.

Le portate

Spuma di calamaro
[]
Tartare
[]
Ravioli del plin al ragù bianco
[]
Riso Macallè
[]
Rognone trifolato
[]
Piccola pasticceria
[]

Altre Foto

Prezzi (Marzo 2018)

Sui 50-60€ a persona vini esclusi.

Indice di gradimento

Macallè

Via Boniperti, 2
28015 Momo (NO)

Tel. 0321 92.60.64

www.macalle.it

Chiuso mercoledì tutto il giorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...